Unione Europea - European Union
  • Comunicato stampa 17 aprile 2014

    Lunedì 28 aprile 2014, alle ore 10, verrà inaugurata, presso il Centro Pacetti di Monteprandone, la mostra fotografica “Gulag” dell’artista polacco Tomasz Kizny. La mostra è il frutto di 17 anni di ricerche condotte negli archivi polacchi e dell’ex Unione Sovietica. Il catalogo dell’esposizione è stato pubblicato in Italia (per Bruno Mondadori) ed in altri diciotto paesi del mondo.

    L’evento apre la seconda fase del progetto, finanziato dall’Unione Europea, “Amnesia Gulag in Europe (AGE)”, che muove dalla necessità di colmare il vuoto di memoria che, per decenni, in Italia e in Europa, ha caratterizzato la storia delle persecuzioni e degli stermini compiuti nei gulag sovietici.

    Il progetto AGE ha per ente capofila il Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali (SPOCRI) dell’Università di Macerata, e per partner l’Istituto per la Storia del Movimento di Liberazione delle Marche (ISML) di Ascoli Piceno, l’Associazione Bz1999 di Bolzano, l’Istituto d’Istruzione Superiore “Einstein-Nebbia” di Loreto, l’Osservatorio di Genere di Macerata, l’Associazione Università per la pace di Ancona, l’Università di Edimburgo e il Genocide and Resistance Research Centre (LGGRTC) di Vilnius. Enti patrocinanti sono il Comune di Monteprandone, la sezione ANPI di Ascoli e il Consorzio Universitario Piceno (CUP).

    Parallelamente all’esposizione fotografica, docenti dell’Università di Macerata e dell’ISML terranno lezioni nelle scuole secondarie del territorio, visite guidate alla mostra e, nel pomeriggio del 28 aprile, si terrà ad Ascoli un seminario di approfondimento al quale parteciperà Vilma Juozevičiūtė, storica del Genocide and Resistence Research Centre of Lithuania. La mostra sarà visitabile sino al 14 maggio.

    (I contenuti di questo comunicato riflettono solo il punto di vista dell’autore. L’EACEA e la Commissione Europea non sono responsabili dell’utilizzo delle informazioni ivi indicate.)